Previdenza

Indennità di maternità non retroattiva

eDotto | 14/10/2005 La sentenza della Cassazione (sezione lavoro) n. 19792, sostiene che per le lavoratrici autonome che denunciano in ritardo l'avvio della loro attività, l'indennità di maternità viene "ridotta": l'iscrizione con effetto retroattivo ad uno degli elenchi che consente il perfezionamento della tutela assistenziale non sposta all'indietro il trattamento temporaneo. L'Inps accoglie la pratica, fa risalire nel tempo la posizione previdenziale, incassa i contributi arretrati ma eroga l'indennità...
LavoroPrevidenzaContributi di lavoro autonomo


Cambio d'azienda, nuova istanza

eDotto | 11/10/2005 Con il messaggio Inps di ieri, 10 ottobre 2005, n. 33806, viene affermato che le sedi periferiche dell'Istituto sono tenute ad acquisire una nuova domanda (utilizzando il modello LC8) sull'incentivo per il posticipo del pensionamento di anzianità, quando il lavoratore in bonus cambi azienda.
LavoroPrevidenzaContributi di lavoro dipendente



Il Governo rinvia il Tfr, Maroni s'infuria

eDotto | 06/10/2005 Ieri, il Consiglio dei Ministri ha deciso di prender tempo sul decreto attuativo della riforma del sistema previdenziale, tenendo il varo in sospeso. Il ministro Maroni, che ha parlato di "caso politico", ha minacciato le dimissioni se la riforma non sarà approvata entro i prossimi trenta giorni.
LavoroPrevidenza

Il giorno della verità per il Tfr

eDotto | 05/10/2005 Il Consiglio dei ministri approverà oggi, definitivamente, il decreto attuativo della riforma del Tfr. Ieri, il ministro Maroni ha assicurato: "Non ci sarà nessun rinvio". Sempre ieri, Governo ed Abi hanno firmato il protocollo d'intesa sulle facilitazioni per l'accesso al credito in favore delle imprese, che fissa il tasso massimo applicabile dagli istituti bancari al 4,16%. Nel c.d. "decreto deleghe" sarà presente anche l'istituto della "prosecuzione volontaria", che si sostanzia nella...
PrevidenzaLavoro

Contributi minori pronti al taglio

eDotto | 03/10/2005 L'articolo 51 del Ddl Finanziaria 2006 prevede una riduzione degli "oneri impropri" di natura previdenziale, per ridurre gli oneri sociali complessivi a carico delle imprese: i datori di lavoro non corrisponderanno taluni contributi previdenziali, nella misura massima dell'1%, rendendo, così, prioritario l'abbattimento degli oneri per l'assegno per il nucleo familiare e, in ipotesi d'incapienza, di quelli per maternità e trattamento di disoccupazione.
PrevidenzaLavoroContributi di lavoro dipendente

Tfr, prestiti con "tetto" al 4,16%

eDotto | 23/09/2005 Mercoledì sera Abi e Governo hanno firmato il protocollo d'intesa sulle facilitazioni per l'accesso al credito. Esso fissa un tasso d'interesse massimo sui prestiti alle imprese del 4,16% e si affida al Fondo di garanzia, interamente a carico del bilancio statale, che offre "garanzie dirette" sulle operazioni di finanziamento a copertura del 100% dell'importo dovuto per capitale ed interessi, anche moratori. Il protocollo sarà allegato alla nuova versione del decreto attuativo sulla riforma del...
PrevidenzaLavoro