Assegno Unico. Legge delega in Gazzetta

Pubblicato il


Assegno Unico. Legge delega in Gazzetta

Disponibile sulla Gazzetta Ufficiale del 6 aprile la legge delega sull’assegno unico e universale (n. 46 del 1° aprile 2021): il Governo è chiamato ad adottare, entro dodici mesi dalla data di entrata in vigore della legge, uno o più decreti legislativi al fine di riordinare, semplificare e potenziare, anche in via progressiva, le misure a sostegno dei figli a carico attraverso l'assegno unico e universale.

I decreti in parola dovranno attenersi, tra gli altri, ai seguenti criteri:

  • assicurare l'accesso all'assegno unico per ogni figlio a carico con criteri di universalità e progressività;
  • modulare l'ammontare dell'assegno sulla base della condizione economica del nucleo familiare, attraverso l'ISEE o sue componenti, tenendo conto dell'età dei figli a carico e dei possibili effetti di disincentivo al lavoro per il secondo percettore di reddito della famiglia;
  • considerare che l'assegno è pienamente compatibile con il Reddito di cittadinanza;

Si ricorda che l’assegno in parola, pari a 250 euro, può essere riconosciuto sia sotto forma di credito d'imposta che come somma di denaro con cadenza mensile per ciascun figlio minorenne a carico, nonché per ogni nascituro a decorrere dal settimo mese fino al 18esimo anno di età e con importo maggiorato dal secondo figlio in poi.

E’ prevista la corresponsione anche per i figli che raggiungono la maggiore età, i quali potranno richiederne concessione diretta, qualora vi siano determinati requisiti.

Sarà sostituito l’assegno al nucleo familiare.

Allegati