Indici sintetici di affidabilità fiscale (Isa). Bozze dei modelli

Indici sintetici di affidabilità fiscale (Isa). Bozze dei modelli

L’agenzia delle Entrate ha reso note alcune bozze dei modelli per l’applicazione degli indici sintetici di affidabilità fiscale (Isa) per il periodo d’imposta 2018, di interesse per gli esercenti attività di impresa, arti o professioni.

I soggetti interessati

E’ con il Dl 50/2017 – articolo 9-bis – che sono stati istituiti gli indici sintetici di affidabilità fiscale per gli esercenti attività di impresa, arti o professioni.

Gli Isa sono indicatori che utilizzano un metodo statistico-economico per misurare dati e informazioni relativi a più periodi d'imposta e forniscono una sintesi di valori tramite la quale sarà possibile verificare la normalità e la coerenza della gestione professionale o aziendale dei contribuenti. Chi risulterà aver tenuto corretti comportamenti fiscali sarà definito “affidabile”, con diritto ad avere benefici premiali.

I provvedimenti del direttore dell’Agenzia delle entrate del 22 settembre 2017 e del 7 maggio 2018, hanno individuato i soggetti chiamati ad applicare gli Isa: professionisti e imprenditori che dichiarano, per il periodo d’imposta 2018, di esercitare in modo prevalente una delle attività individuate con tali provvedimenti. Costoro, quindi, saranno gli interessati a presentare, in allegato al modello Redditi, un modello Isa.

Le bozze disponibili

Ad oggi sono disponibili sul sito dell’Agenzia le seguenti bozze:

  • 33 modelli Isa relativi alle attività del commercio e relative istruzioni;
  • 12 modelli del comparto servizi con relative istruzioni;
  • 5 modelli (e istruzioni) relativi ad attività delle manifatture;
  • 1 modello (e istruzioni) per le attività professionali.

Vanno aggiunti, il quadro “F - dati contabili” per gli esercenti attività di impresa e il quadro “G - dati contabili” per gli esercenti attività di lavoro autonomo.

Assenti, invece, gli Isa relativi al comparto agricolo: AA01S, coltivazioni agricole, silvicoltura e utilizzo di aree forestali; AA02S, produzione di prodotti animali, caccia e servizi connessi.

Tutti i modelli sono dotati di

  • un “Quadro A – Personale” nel quale sono richieste informazioni relative al personale addetto all’attività;
  • un “Quadro B”, dove l’impresa o il professionista forniscono le informazioni relative ai locali in cui la propria attività viene esercitata;
  • un “Quadro C - Elementi specifici dell’attività”, dove vanno indicate le informazioni relative alla specificità dell’attività cui l’indice si applica;
  • un "Quadro D", contenente i dati relativi ai beni strumentali impiegati nell’attività di impresa o di lavoro autonomo;
  • un "Quadro E", relativo ai dati per la revisione.

Completano i modelli i quadri F e G, destinati alla dichiarazione delle informazioni di natura contabile.

La tempistica dei modelli definitivi

Entro il 31 gennaio 2019 un provvedimento del direttore dell’Agenzia delle entrate dovrà approvare in via definitiva i modelli Isa 2019, mentre le specifiche tecniche per la trasmissione telematica degli stessi devono essere pubblicate entro il 15 febbraio 2019.

Allegati

Anche in

  • eDotto.com – Edicola del 8 maggio 2018 - Pronte nuove attività economiche e professionali soggette agli Isa – Pichirallo
FiscoIndici e dati fiscali