Reddito di Libertà, procedura telematica per l'acquisizione delle domande

Pubblicato il


Reddito di Libertà, procedura telematica per l'acquisizione delle domande

L'Inps con il messaggio 24 novembre 2021, n. 4132, comunica che è a disposizione degli operatori comunali la procedura di acquisizione delle domande per il Reddito di Libertà.

Il Reddito di Libertà è un sussidio destinato a favorire l'indipendenza economica delle donne vittime di violenza, seguite dai centri antiviolenza legalmente riconosciuti che si trovano in condizioni di povertà. La misura ha l'obiettivo di favorire percorsi di emancipazione per garantire autonomia economica e personale, nonché il percorso scolastico e formativo dei figli minori. Il contributo economico è erogato dall'Inps nella misura massima di euro 400 mensili, concesso in un'unica soluzione fino a un massimo di 12 mesi. La domanda per ottenere i contributi deve essere presentata dalla cittadina interessata tramite il Comune competente per residenza, utilizzando il nuovo modello predisposto dall'Istituto previdenziale e che sostituisce quello pubblicato con la circolare 8 novembre 2021, n. 166.

La domanda deve essere corredata da:

  • l'attestazione della condizione di bisogno ordinario o straordinario rilasciata dal servizio sociale di riferimento territoriale;
  • la dichiarazione che attesta il percorso di emancipazione e autonomia rilasciata dal legale rappresentate del Centro antiviolenza.

La procedura di acquisizione delle domande è raggiungibile sul portale dell'istituito previdenziale al percorso "Servizi online", "Prestazioni sociali", selezionando il servizio "Prestazioni sociali: trasmissione domande, istruzioni e software".  

Allegati