Cassa Forense: rinvio termini per pagare i contributi minimi 2021

Pubblicato il


Cassa Forense: rinvio termini per pagare i contributi minimi 2021

Cassa Forense, con nota del 4 maggio 2021 a firma del nuovo Presidente, Valter Militi, ha informato di aver deliberato lo spostamento, a fine anno, del termine ultimo per il versamento dei contributi minimi 2021.

Il provvedimento è stato adottato dal CdA dell’Ente di previdenza degli avvocati nella seduta tenuta il 28 aprile 2021, in attesa del Decreto ministeriale attuativo dell’art. 1, comma 20, della Legge n. 178/2020 (legge di bilancio 2021) e dopo che - si ricorda - ne era stata disposta, lo scorso gennaio, la sospensione della riscossione.

Nel DM di cui si attende l'emanazione saranno definiti i criteri e le modalità per l’esonero parziale dal pagamento dei contributi previdenziali dovuti dagli iscritti alle Casse professionali che, nel 2019, abbiano conseguito un reddito complessivo non superiore a 50mila euro e abbiano subito un calo di fatturato, nell’anno 2020, non inferiore al 33 per cento rispetto a quello del 2019.

Pagamento tramite Mav o F24 (con possibilità di compensazione dei crediti)

Nel testo del comunicato, viene precisato che chi ritenga di non rientrare in detti ultimi parametri potrà già procedere al versamento dei contributi minimi 2021, mediante bollettini Mav o Modelli F24 precompilati e personalizzati.

I moduli e bollettini per le prime tre rate dei minimi 2021 saranno generabili sul sito della Cassa, Sezione Accesso riservato/pagamenti, a partire da oggi, 6 maggio, mentre quelli relativi alla quarta rata saranno disponibili alla conclusione dell’iter di approvazione ministeriale del contributo di maternità 2021.

Viene precisato, anche, che tutti e quattro i bollettini Mav o moduli F24, con scadenza pagamento 31 dicembre 2021, potranno, comunque, essere utilizzati anche prima di tale data e separatamente fra loro.

In caso di utilizzo dei moduli F24 per la compensazione dei crediti - continua la nota - occorrerà accedere al sito Entratel/Fisconline, con le proprie credenziali e procedere tramite F24Web.

Si rammenta che Cassa Forense ha messo a punto un apposito protocollo per chi intende procedere con la modalità di pagamento tramite F24, modalità che consente, appunto, anche la compensazione con i crediti vantati nei confronti dello Stato. 

Allegati