Decreto Ristori, la legge di conversione in GU

Pubblicato il


Decreto Ristori, la legge di conversione in GU

E’ approdata sulla "Gazzetta Ufficiale" n. 319 del 24 dicembre 2020 (S. O.), la Legge n. 176 del 18 dicembre recante la "Conversione in legge, con modificazioni, del decreto-legge 28 ottobre 2020, n. 137, recante ulteriori misure urgenti in materia di tutela della salute, sostegno ai lavoratori e alle imprese, giustizia e sicurezza, connesse all'emergenza epidemiologica da COVID-19".

E’ entrata in vigore dal 25 dicembre 2020.

La legge, oltre a convertire con modificazioni il primo decreto Ristori (D.L. n. 137/2020), abroga espressamente i Decreti Ristori bis (D.L. n. 149/2020), Ristori ter (D.L. n. 154/2020) e Ristori quater (D.L. n. 157/2020), con salvezza degli atti e dei provvedimenti adottati, nonché degli effetti prodotti e dei rapporti giuridici sorti nel frattempo sulla base degli stessi.

La Legge n. 176/2020 dunque:

  • mantiene ferme le misure in materia di lavoro finalizzate a fronteggiare il periodo emergenziale connesso alla pandemia da Covid-19 come disposte, prima, dal Decreto Ristori e, successivamente, anche dai successivi decreti Ristori e trasfusi nel corpo normativo (esempio: integrazione salariale, esonero contributivo, istituzione o implementazione di Fondi per il sostegno di particolari settori, indennità per i lavoratori maggiormente colpiti dalle misure anti-Covid-19).
  • introduce importanti modifiche alla disciplina sul sovraindebitamento contenuta nella L. 27 gennaio 2012, n. 3, prevedendo una semplificazione delle procedure di accesso per le imprese e per i consumatori, applicabili anche alle procedure pendenti alla data di entrata in vigore della L. n. 176/2020.
Allegati