Somministrazione fraudolenta, una corsa contro il tempo

Somministrazione fraudolenta, una corsa contro il tempo

Non sono passati nemmeno due anni da quando a Roma è stato presentato il progetto “Human-Centered Business Model”, da parte del Global Forum on Law, Justice and Development, sostenuto dalla Vice Presidenza Legale della Banca Mondiale. La sfida è quella di promuovere un nuovo modello di impresa sostenibile, che attraverso un’integrazione fra obiettivi sociali e finanziari superi il pensiero unico della massimizzazione del profitto.

Nel frattempo c’è chi è completamente disinteressato alla questione oppure ritiene per altri motivi molto remunerativo un business che ruota intorno all’essere umano… È il caso della cooperativa “Aldin&Truff” che opera nel campo della somministrazione di manodopera. Il meccanismo è tanto semplice quanto spregiudicato: si forniscono lavoratori alle imprese che ne fanno richiesta dietro la parvenza di un contratto di appalto!

Il “giochino” è così passato al vaglio dell’Ispettorato del Lavoro, che ha subito cominciato a fronteggiare il pericoloso comportamento. Ma la situazione, un po’ come Ennio Flaiano definiva la politica italiana, “è grave ma non seria”. Grave perché i lavoratori vengono inviati alle imprese e viene imposta di volta in volta l’applicazione di un CCNL che non garantisce sufficienza e proporzionalità della retribuzione, ferie e tutela della maternità, integrando così l’ipotesi di reato di somministrazione fraudolenta (art. 38 bis del D.lgs. n. 81/15, come introdotto dalla L. n. 96/18 di conversione del D.L. n. 87/18).

Non seria perché la macchina burocratica ha i suoi corretti e necessari tempi procedurali, che però spesso comportano perdita di agilità e capacità di rapido intervento da parte dell’organo di vigilanza. Così, in questa specie di teatro dell’assurdo, la cooperativa “Aldin&Truff” si muove nell’illegalità “Alla luce del sole”, proprio come il film di Roberto Faenza che racconta la lotta e il martirio per la legalità di don Pino Puglisi.

Le considerazioni espresse sono frutto esclusivo dell’opinione degli autori e non impegnano l’amministrazione di appartenenza

Ogni riferimento a persone esistenti e/o a fatti realmente accaduti è puramente casuale

Links

I racconti dell'Ispettore