Diritto Penale


La bancarotta torna a sanzioni pesanti

eDotto | 06/05/2005 Già oggi il Consiglio dei ministri dovrebbe approvare un emendamento che rivedrà le norme introdotte dal maxiemendamento al Dl competitività sulle ridotte pene da comminare per il reato di bancarotta fraudolenta. Il progetto - approvato mercoledì dal Senato con la fiducia sul decreto - di abbassare a sei anni simili pene cederà il passo, come annuncia il viceministro all'Economia Vegas, al ritorno alle vecchie sanzioni.
Diritto penale fallimentareDiritto PenaleDiritto

Falso in bilancio, rischio infrazione

eDotto | 05/05/2005 La sentenza della Corte di Giustizia UE sulla compatibilità con l'ordinamento comunitario delle norme italiane sul falso in bilancio, ha affermato - senza peraltro entrare nel merito dell'adeguatezza delle pene stabilite nei nuovi articoli 2621 e 2622 del Codice civile rispetto a quanto disposto dall'articolo 6 della direttiva n. 68/151 (prima direttiva sul diritto societario) - il principio di diritto per il quale, data la priorità del principio del favor rei, una Direttiva europea non può...
Diritto penale societarioDiritto PenaleDiritto

Bancarotta, il Governo ci ripensa

eDotto | 05/05/2005 Con 165 voti favorevoli, 112 contrari ed un astenuto il Senato ha posto ieri la fiducia all'Esecutivo sul maxiemendamento al Dl competitività. Mentre si votava sulla fiducia, il ministro della Giustizia Castelli ed il ministro per i Rapporti con il Parlamento Giovanardi hanno letto ai giornalisti un comunicato nel quale sottolineavano che l'Esecutivo si sarebbe impegnato al ripristino di pene severe ed adeguate per il reato della bancarotta al momento della redazione del decreto delegato. Una...
Diritto PenaleDirittoAgevolazioniFiscoDiritto penale fallimentare

Salvo il falso in bilancio

eDotto | 04/05/2005 La Corte di giustizia europea ha depositato ieri l'attesa sentenza sulla legge italiana sul falso in bilancio. I giudici comunitari hanno ignorato la domanda pregiudiziale che i pm di Milano avanzarono sulla compatibilità tra disciplina italiana e norme Ue, sottolineando come una direttiva non vada invocata per stabilire o aggravare la posizione di un imputato: ciò che si sarebbe, cioè, verificato se la riforma entrata in vigore nel 2002 fosse stata bocciata. Sarebbe tornata, in quel caso, ad...
Diritto penale societarioDiritto PenaleDiritto

Falso in bilancio senza appello

eDotto | 03/05/2005 La Corte di giustizia della Comunità europea si pronuncerà questa mattina sulla compatibilità con le direttive comunitarie della disciplina sul falso in bilancio entrata in vigore nel 2002. Nel mirino della Corte Ue stanno in particolar modo le soglie di punibilità per illeciti minori.
Diritto penale societarioDiritto PenaleDiritto

I giuristi fanno fronte comune contro la nuova bancarotta

eDotto | 03/05/2005 Oggi il Senato dovrebbe valutare la delega per la riforma dei reati fallimentari, nella quale un aspetto molto criticato riguarda la riduzione a quattro anni di reclusione (dagli iniziali dieci) della pena massima per il reato di bancarotta fraudolenta impropria che amministratori, sindaci o liquidatori commettono. L'applicazione della riduzione comporterebbe la riduzione dei termini di prescrizione da quindici a cinque anni, con possibilità di proroga a sette e mezzo per gli atti interruttivi;...
Diritto penale fallimentareDiritto PenaleDiritto


L'auto entra nel Mud

eDotto | 27/04/2005 Il 30 aprile sarà l'ultimo giorno utile per la presentazione del Modello unico di dichiarazione ambientale (Mud), istituito dal Decreto del presidente del Consiglio dei ministri del 24 febbraio 2003, relativo ai rifiuti ed alle emissioni. Quest'anno debuttano anche le schede dedicate al trattamento dei veicoli fuori uso.
LavoroDiritto PenaleDiritto

Beni prodotti all'estero: più tutele

eDotto | 20/04/2005 Con sentenza n. 13712, del 14 aprile scorso, la Suprema Corte di Cassazione emana il principio di diritto a norma del quale non commette il reato di commercializzazione di prodotti con indicazioni di origine o provenienza falsa, ex articolo 4 della legge n.350/2003, l'imprenditore che delocalizza il processo produttivo attraverso la fabbricazione dei propri prodotti industriali all'estero e poi stampa la bandiera italiana sull'etichetta del prodotto. La Corte specifica che per origine del...
Diritto PenaleDiritto