Diritto Penale

Ritenute, reati "facili"

03/11/2005 La corte di Cassazione - sentenza n. 38938 del 24 ottobre 2005 - sostiene che, provato l'avvenuto pagamento della retribuzione, il reato di omesso versamento delle ritenute è configurabile tanto quando il datore effettua le ritenute stesse non versandole, quanto se egli non trattiene alcuna somma. La prova della corresponsione delle ritenute può essere, in ogni caso, fornita con qualsiasi mezzo.
Diritto PenaleDiritto

L'illecito trova l'identikit

26/10/2005 Il ministero della Giustizia ha preparato il testo dell'ultimo tra i decreti attuativi della delega sulla riforma dell'ordinamento giudiziario, che muove dal principio della tipizzazione dell'illecito e, secondo il ministero, contribuirà a dare maggiori certezze alla materia dedicata all'identikit degli illeciti disciplinari dei magistrati, tradizionalmente molto delicata.
Diritto PenaleDiritto

La fattura digitale allontana il reato

25/10/2005 L'adozione della fatturazione elettronica e dell'archiviazione sostitutiva per la gestione fiscale delle transazioni commerciali (Dlgs 52/04, Dm 23 gennaio 2004, circolare n. 45/E del 19 ottobre 2005) risponde alle esigenze di trasparenza e di controllo richieste dal Dlgs n. 231/2001. Un importante elemento nella costruzione di modelli organizzativi e di funzionamento necessari all'impresa per scongiurare le sanzioni amministrative derivanti dall'adozione di comportamenti illeciti da parte dei...
Diritto PenaleDiritto

Nasce il mendacio bancario

21/10/2005 Il disegno di legge di riforma del risparmio, tornato alla Camera dei deputati, modifica il Codice civile introducendo una specifica disposizione per contrastare il conflitto d'interessi degli amministratori o dei componenti del consiglio di gestione. Nel frattempo, il legislatore compie un passo indietro sul reato di falso in bilancio, chiudendo la finestra di sostanziale impunità.
Diritto PenaleDiritto

"Made in Italy" a norma Ue

19/10/2005 La corte di Cassazione - sentenza n. 34103 del 23 settembre 2005 - ha deciso che integra il reato di cui all'articolo 517 del Codice penale (vendita di prodotti industriali con segni mendaci) la messa in vendita di un prodotto fabbricato all'estero, ma che reca la dicitura "made in Italy" o "prodotto in Italia", poiché una simile condotta trae in inganno il consumatore.
DirittoDiritto PenaleDiritto Commerciale

Scritture extra-contabili al vaglio

17/10/2005 Una recente decisione del foro di Bologna - sentenza n. 230 del 19 luglio 2005 - afferma che nella bancarotta fraudolenta documentale, commessa attraverso l'irregolarità tenuta dalle scritture contabili, anche la disordinata od omessa tenuta di documenti extracontabili può ritenersi condotta idonea ad integrare il delitto.
Diritto PenaleDiritto

Proventi illeciti, confisca decisiva

15/10/2005 La corte di Cassazione - sentenza n. 19078 del 29 settembre 2005 - sostiene che i redditi "illegali" sono esentasse solo se confiscati dal giudice penale nel periodo d'imposta in cui sono realizzati, nel rispetto del principio di uguaglianza costituzionalmente garantito.
Diritto PenaleDiritto

Falso in bilancio senza soglie

13/10/2005 Il reato di falso in bilancio, come modificato dal Senato in occasione della riforma del risparmio, rappresenta un ritorno al passato, un ripensamento rispetto ai progetti che hanno ispirato l'attuale testo del Codice civile entrato in vigore poco più di tre anni fa. Un ripensamento drastico che investe gli aspetti della fattispecie di reato che vanno dalla sua qualificazione alle pene previste alle condizioni di procedibilità.
Diritto PenaleDiritto