Diritto Civile

La dolce vita fuori dagli assegni

eDotto | 14/07/2008 La Corte di Cassazione, con sentenza n. 18613 del 7 luglio scorso, ha respinto il ricorso presentato da una donna argentina con il quale la stessa aveva contestato le conclusioni a cui erano giunti i giudici di merito, al termine di un procedimento per separazione, sia in ordine al mancato addebito della crisi matrimoniale al marito italiano, sia relativamente alla quantificazione dell'assegno di mantenimento a lei riconosciuto. Secondo la ricorrente, infatti, il contributo mensile che il...
Diritto CivileDiritto

Lo Stato risarcirà il gay “discriminato”

eDotto | 13/07/2008 Il Tribunale Civile di Catania ha condannato i titolari pro tempore dei ministeri della Difesa e dei Trasporti al risarcimento, quantificato in 100 mila euro, per i danni subiti da un uomo che, avendo dichiarato alla visita di leva di essere gay, si vide sospesa la patente di guida.
Diritto CivileDiritto

Class action anti-tracciabilità

eDotto | 12/07/2008 Le associazioni Codacons e Adoc stanno predisponendo una Class action per ottenere, a favore di due milioni di professionisti, il rimborso per le spese da questi inutilmente sostenute per l'apertura e mantenimento del conto corrente necessario per la tracciabilità dei pagamenti.
ProfessionistiDiritto CivileDiritto

La richiesta blocca l’espulsione

eDotto | 10/07/2008 La Corte di Cassazione, con la sentenza n. 18518 del 4.7.08, ha stabilito che l’espulsione sine die del clandestino può essere bloccata se è stata presentata richiesta di rinnovo del permesso di soggiorno. Secondo la Corte, infatti, “la spontanea presentazione della domanda di rinnovo del permesso di soggiorno oltre il termine di sessanta giorni dalla sua scadenza non consente l’espulsione automatica dello straniero, la quale può essere disposta solo se la domanda per la mancanza originaria o...
Diritto CivileDiritto

Cassazione, ricorsi filtrati dagli errori

eDotto | 08/07/2008 Nei giorni scorsi, al seminario organizzato a Roma dal Cnf, dalla Scuola Superiore per l’avvocatura e dalla Suprema Corte, si è trattato anche della spinosa questione relativa all’aumento dei ricorsi per cassazione dichiarati inammissibili a seguito di presunti errori nella formulazione dei quesiti di diritto. Tale situazione è la diretta conseguenza della riforma del processo civile (D.Lgs. 40/06) ed in particolare dell’introduzione dell’art. 366-bi, sulla formulazione dei motivi. Qualche...
Procedura civileDiritto CivileDiritto

Adozione frenata dalla madre

eDotto | 07/07/2008 In tema di adozione, la recente pronuncia della Corte di Cassazione n. 17445/08 ha stabilito che il genitore naturale del minore adottando, anche se non è affidatario,purché no sia decaduto dalla potestà, è legittimato a impugnare, quale rappresentante del minore, il provvedimento con cui si dispone l’adozione nei casi particolari ex art. 44 L. 184/1983. A sostegno dell’impugnazione, il genitore può dedurre qualunque motivo, sia in riferimento a vizi di merito che formali o processuali, in...
Diritto CivileDiritto

I danni se l’aborto non c’è

eDotto | 07/07/2008 Il medico e la struttura ospedaliera sono responsabili per violazione del dovere di informativa, nei confronti del paziente, sulla natura dell’intervento che si sta per eseguire, della sua portata, dell’estensione e della probabilità dei risultati conseguibili. E’ quanto stabilito dalla Corte di Appello di Caltanissetta che con una recente sentenza ha riconosciuto il diritto al risarcimento del danno esistenziale della donna che si era sottoposta ad intervento volontario interrottivo della...
Obbligazioni e contrattiDiritto CivileDiritto

Rc auto, ristoro oltre il tetto senza specifica domanda

eDotto | 07/07/2008 La Corte di Cassazione (sentenza n. 15028/08) ha stabilito che l’assicurazione è responsabile per i danni causati da sinistro stradale dal proprio assicurato anche oltre il tetto del massimale, ma solo limitatamente a interessi e rivalutazione monetaria, tutte le volte in cui tali ultimi importi sono riconducibili a comportamento colpevole dell’assicuratore, che ha ingiustificatamente dilazionato il risarcimento dovuto. Per ottenere detto indennizzo è sufficiente la richiesta di interessi e di...
Diritto CivileDirittoObbligazioni e contratti

Parcella anche per la sconfitta

eDotto | 05/07/2008 In caso di soccombenza, il cliente può chiedere il risarcimento del danno al proprio legale se dimostra che questi ha agito con dolo (v. C. Cass. sent. n. 10659/08) ovvero con negligenza o imperizia (v. Tribunale di Bari sent. n. 978/08), in caso contrario il professionista a comunque diritto al pagamento della parcella in quanto la prestazione della propria opera è volta a raggiungere il risultato e non necessariamente a conseguirlo. Negli ultimi tempi si sta affiancando anche un altro tipo di...
Diritto CivileDirittoProfessionistiResponsabilità del professionistaAvvocati

Ricorsi in Cassazione, dal Cnf l’allarme sul quesito di diritto

eDotto | 05/07/2008 Lo scorso mercoledì, a Roma, nella sede del Palazzaccio, si è tenuto un seminario organizzato dal Cnf, dalla Scuola per l’avvocatura e dalla Corte di Cassazione, avente ad oggetto la novità introdotta dalla riforma del processo civile con il D.Lgs. 40 del 2006. Dopo due anni di applicazione della normativa, è aumentato il numero dei ricorsi per Cassazione dichiarati inammissibili per gli errori nella formulazione del quesito di diritto. Il presidente del Cnf ha evidenziato come tale situazione...
Procedura civileDiritto CivileDirittoAvvocatiProfessionistiResponsabilità del professionista