redattore profile

Daniele Bonaddio

Daniele Bonaddio,

Laureatosi nel 2011 presso l'Università "Magna Graecia" di Catanzaro in Economia Aziendale, svolge ormai da diversi anni la professione di redattore presso numerose testate giornalistiche online e cartacee, occupandosi di temi riguardanti il diritto del lavoro e della previdenza sociale.

È attualmente iscritto all’Albo dei Giornalisti della Calabria – Elenco Pubblicisti; è inoltre praticante Consulente del Lavoro ed effettua consulenze sia a privati che a studi professionali.

Nella Redazione Edotto, elabora quotidianamente articoli specialistici per la sezione “Edicola” in ambito di lavoro e previdenza. Redige altresì e-book ad uso degli operatori del settore.


Filiere agricole, esonero INPS per il mese di febbraio 2021

Domande entro il 20 novembre 2021 per poter accedere all’esonero contributivo – per il mese di febbraio 2021 – in favore delle imprese delle filiere agricole appartenenti ai settori agrituristico e vitivinicolo, ivi incluse le aziende produttrici di vino e birra.


Malattia per quarantena Covid, indennità fino a fine anno

Individuate le risorse finanziarie per indennizzare le assenze dovute alla quarantena per Covid-19. Le risorse stanziate garantiscono questa prestazione fino al 31 dicembre 2021.


Cittadini britannici in Italia: prestazioni assistenziali dopo Brexit

I cittadini del Regno Unito, residenti nel territorio nazionale entro il 31 dicembre 2020 e che mantengono i diritti connessi al soggiorno legale in Italia anche per il periodo successivo a tale data, sono equiparati ai cittadini dell’Unione Europea.


Bando ISI 2020, tutto pronto per il click day

Via libera alla seconda fase del Bando ISI INAIL 2020. Infatti, tutte le imprese che hanno raggiunto o superato la soglia minima di ammissibilità prevista, possono finalmente accedere allo sportello informatico e iniziare la fase di registrazione.


Distacco a catena transnazionale, i nuovi obblighi

Nel doppio distacco di lavoratori (o distacco a catena), in entrata o in uscita dall'Italia, il datore di lavoro è sempre e soltanto l'agenzia di somministrazione. Pertanto, l'agenzia è responsabile di tutti gli adempimenti relativi ai rapporti di lavoro.